La velocità con cui scorre il tempo riesce sempre a sorprendermi. Siamo già arrivati alla fine di novembre ed in men che non si dica a farla da padrone sarà  l’ultimo mese dell’anno di questo bizzarro 2017. La cosa certa è che, come da tradizione, sarà carico di feste, pranzi, cene e chi più ne ha più ne metta… Abbiamo così tantissime occasioni per metterci ai fornelli e deliziare i nostri palati e quelli dei nostri ospiti.

Sono già alla ricerca di ricette rapide e gustose per coronare ogni occasione e visto che il tempo è tiranno ho giocato d’anticipo ed eccomi a proporvi quello che può essere un aperitivo sfizioso ed elegante o un’idea alternativa e poco impegnativa per una cena tra amici:

Pizza verace Stuffer con asparagi e salmone affumicato.

L’abbinamento dei sapori, il risultato ed il gusto unico di questa pizza vi sorprenderanno.  Quindi tutti all’opera perché con questa ricetta con soli 10 minuti di preparazione riuscirete a fare senza alcun dubbio un’ottima figura!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta per pizza verace Stuffer

200 gr di mozzarella per pizza

200 gr di asparagi

50 gr di salmone affumicato

2 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato

Preriscaldate il forno a 220°. Sbollentate per 5 minuti in acqua leggermente salata gli asparagi (in questa stagione andranno benissimo anche quelli surgelati). Scolateli dall’acqua e teneteli da parte ad intiepidire. Srotolate la pasta per pizza adagiandola direttamente sulla leccarda del forno o se preferite nell’apposita teglia. Farcite la pizza con la mozzarella tagliata a piccoli dadini. Disponete a raggiera gli asparagi e tra un asparago e l’altro sistemate il salmone tagliato a striscioline. Spolverizzate la pizza con il Parmigiano Reggiano, quindi fate cuocere in forno a 220° per 15 minuti.

Pizza asparagi e salmone

Note: Per questa pizza ho trovato perfetta la pasta verace Stuffer perché è risultata estremamente morbida, ben cotta e molto digeribile. Base perfetta per una pizza bianca (senza pomodoro).

Pizza verace stuffer con asparagi e salmone

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *