Addentrarsi nel borgo medievale Villa a Monticelli Brusati (Bs) è molto di più che una semplice visita, è un’esperienza che cattura ognuno dei cinque sensi. Avete in mente la canzone Forbidden Colours di Ryuichi Sakamoto? Senza tempo nè spazio…. solo un luogo immenso dove lasciare libere le emozioni da costrizioni e condizionamenti. Se poi è vero che anche il “ciel aiuta”… guardate il sole che baciava oggi l’intera azienda.

villa franciacorta

Pensare che il borgo se ne sta lì da quasi mille anni, non sembra incredibile? Un vero spettacolo architettonico di ieri e di oggi, perché la famiglia Bianchi che acquistò l’intero borgo nel 1960 è ancora custode di una piccola frazione che ha visto in un certo senso tra le proprie mura la nascita e l’evoluzione della tanto celebrata Franciacorta.

villa franciacorta

Oggi il borgo ospita un agriturismo con ventuno appartamenti, un ristorante e la cantina, fulcro attorno al quale si sviluppa l’intera attività. La produzione attuale si attesta sulle 300.000 bottiglie, la maggior parte delle quali sono rappresentate dai Franciacorta. Pas Dosè, Extra Brut, Brut, Satèn, Rosè…. molteplici sono le tipologie presentate e sarei in vero imbarazzo a dover scegliere una sola etichetta come preferita. La particolarità di Villa Franciacorta è che produce da sempre vini unicamente con le uve provenienti dai 37 ha vitati di proprietà e commercializza unicamente Franciacorta Millesimati. I terreni su cui allignano le viti  sono di natura marina e questo permette di ottenere delle uve, e di conseguenza dei vini, non solo molto ricchi dal punto di vista organolettico ma anche con un’ottima longevità. Pensate che l’azienda organizza ogni anno delle verticali e in alcuni casi è partita dai lontani anni ’80… i vini in degustazione? Da capogiro!

villa franciacorta

 

Per maggiori informazioni sui vini, sulla cantina e sull’agriturismo Villa Gradoni:

http://www.villafrancacorta.it

2 Comments on Villa Franciacorta: storia di un borgo, di una terra ed il suo vino

  1. ilsartodelgusto
    28 novembre 2013 at 12:59 (5 anni ago)

    che meraviglia!!!!!! un borgo incantato dalle fate……

    Rispondi
    • Parole di Gusto
      29 novembre 2013 at 20:01 (5 anni ago)

      E’ veramente unico! Con giornate dai colori così è ancora più bello!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *